[Salta al contenuto]

Alla scoperta del Lago di Como con il bus


Scopri i luoghi intorno al Lago di Como con il servizio di trasporto pubblico. A breve distanza dalle fermate del bus potrai visitare posti e beni culturali e paesaggistici di grande interesse ed inestimabile bellezza.

Intorno al Lago di Como c’è un mondo storico, artistico, culturale di grande interesse e bellezza che il viaggiatore può ammirare e scoprire percorrendo le strade del lago con i mezzi pubblici.

Dalle varie fermate del bus è infatti possibile visitare luoghi e beni culturali e paesaggistici posti a breve distanza.

Il servizio di trasporto pubblico lariano comprende due sorprendenti percorsi da fare con gli autobus di linea che dal capoluogo comasco si diramano verso il lago.


Primo percorso: Sull’Antica Strada Regina, da Como a Menaggio

Questo percorso inizia dalla stazione ASF Autolinee di Como in Piazza Matteotti dove parte il bus C10 per Menaggio.

Le fermate sono 19 e toccano i paesi di Cernobbio; Moltrasio; Urio; Carate; Laglio; Brienno; Colonno; Sala Comacina; Ossuccio; Lenno; Tremezzo; Cadenabbia; Menaggio.

Cernobbio
Villa Bernasconi - Cernobbio

Scendendo a Cernobbio, nota per la bellezza del paesaggio e un lungolago scenografico, è possibile visitare:

Villa Bernasconi, importante esempio di architettura liberty; Villa Erba, grande e prestigiosa villa in stile neo-rinascimentale, una delle più importanti ville del Lago di Como; Piazza Risorgimento, fiore all’occhiello della Cernobbio turistica; Villa D’este, originariamente residenza patrizia rinascimentale con un parco di 25 acri, oggi albergo di lusso; Imbarcadero: uno fra i più belli imbarcaderi di tutto il Lario con un’elegante saletta d’attesa in stile liberty, con fregi artistici; La Lucia: nella parte nord della piazza Risorgimento si trova la Lucia, la più conosciuta tipologia d’imbarcazione lariana che prende il nome dalla manzoniana “promessa sposa”; Piazza Castello: caratteristica piazza situata nel cuore della Cernobbio medioevale dove si trovava l’antico castrum; il Giardino della Valle, una piccola oasi sorta per volontà di alcuni volontari che hanno ripulito e bonificato questo tratto di valle che fino trent’anni fa era una vera e propria “valle di rovi”.


Moltrasio

Superata la splendida Cernobbio, il bus prosegue la sua corsa verso Moltrasio.

Il comune di Moltrasio è caratterizzato da numerose frazioni sorte a più quote, tra loro collegate dalle tipiche viuzze e scale lastricate in pietra. A metà costa, nella frazione Borgo, si possono ammirare la piccola Chiesa di Sant’Agata con il campanile romanico; Villa Passalacqua, una delle residenze più belle del lago di Como, costruita alla fine del settecento in stile neoclassico; la Scala Santa, caratteristica scalinata così chiamata per via della fatica richiesta dal ripido percorso.


Urio – Carate
Castello di Urio - Carate Urio

Dalla fermata di Carate è possibile visitare la Villa Castello di Urio e la Parrocchiale di Urio – Chiesa dei Ss. Quirico e Giulitta risalente al XII secolo.

Scendendo a Carate invece si può intraprendere la Via Crucis che si snoda su un percorso di circa 300 metri, in selciato disposto a gradoni e conduce al Santuario di Santa Marta.


Laglio

Il paese successivo è Laglio, un ottimo punto di partenza per passeggiate in riva al lago di Como e sui colli a mezzacosta.
Qui si possono ammirare la Chiesa di S. Giorgio; La Darsena da cui è possibile godere di una splendida vista del paese dal lago; la Piramide, un curioso monumento funebre antistante il cimitero divenuto uno dei simboli di Laglio e splendide ville dalla sontuosa bellezza come Villa Oleandra.


Brienno
Brienno

Da Laglio si giunge a Brienno con la sua Chiesa Parrocchiale di Ss. Nazario e Celso; la Casa Filanda; la Chiesa dell’Immacolata, che sorge su uno sperone di roccia a picco sul lago.; la galleria mina (gallerie di demolizione).


Da Argegno a Menaggio
Argegno, Lago di Como

Dopo Argegno la sponda vira verso est e diventa particolarmente impervia, tant’è che per un notevole tratto di strada non si incontrano abitati.
Si giunge quindi a quella che viene chiamata la Zoca dell’oli (la Conca dell’olio), che comprende i paesi del centro lago. Un nominativo riferito alle calme acque del lario e alla grande quantità di olive che da secoli si coltivano e hanno rappresentato una fonte di sostentamento importante per i paesi rivieraschi.

Il primo paese che si incontra è Colonno. A pochi passi dalla fermata del bus è possibile intraprendere la famosa Greenway del Lago di Como, imperdibile passeggiata di 11,2 km sulla sponda occidentale del Lago, alla scoperta di antichi nuclei storici, chiese, ville e giardini che attraversa i borghi di Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante.

Greenway Lago di Como - Colonno

In alternativa è possibile scendere alla fermata di Sala Comacina. Dalla strada Statale è difficile farsi un’idea dell’aspetto che presentava questo paese nei secoli passati. Il vecchio villaggio, molto caratteristico e scenico, lo si scopre scendendo nella parte bassa dell’abitato, al di sotto della parrocchiale di San Bartolomeo.

Nucleo Storico di Sala Comacina

Le fermate successive portano ad Ossuccio, un piccolo gioiello antico, ricco di tesori da scoprire tra cui l’Isola Comacina, il Sacro Monte, il Santuario della Beata Vergine del Soccorso.

Isola Comacina e Museo Antiquarium

Si prosegue poi verso Lenno con lo splendido Golfo di Venere e la famosa Villa del Balbianello, elegante e romantica dimora del XVIII secolo con uno stupefacente giardino. Oggi bene del FAI, la Villa ha ospitato letterati e viaggiatori fino al suo ultimo proprietario, Guido Monzino.

Villa del Balbianello - Lenno - Tremezzina

Dalla successiva fermata dell’autobus, Bolvedro si possono osservare edifici eleganti e lussuosi che caratterizzano la riva di Tremezzo e del successivo tratto lacustre, dove a partire dal XVIII secolo è esploso quel “turismo di villa” che contraddistingue e celebra questi paesaggi.
Immancabile una visita a Villa Carlotta e al suo splendido giardino botanico.

Passando per Cadenabbia, piccolo borgo in riva al lago amato da Re, Imperatori, artisti e scrittori, si giunge poi al Capolinea, Menaggio, in posizione strategica, allo sbocco della valle che collega il Lago di Como con quello di Lugano, una delle più rinomate località turistiche lariane.

Lungolago Menaggio

Secondo percorso: Sulla Strada Regia, da Como a Bellagio

Questo percorso inizia dalla stazione ferroviaria San Giovanni di Como dove parte il bus C30 per Bellagio e conduce a esplorare luoghi di alto valore storico, paesaggistico e religioso.

Le prime fermate portano alla scoperta della città di Como, in particolare:

Chiesa di S.Abbondio che sorge ai piedi del Monte Croce su un tratto importante dell’antica strada Regina; Passeggiata elegante di Borgovico che conduce a Villa Olmo. Borgovico è un antico borgo di origine medievale, posto proprio nelle vicinanze della stazione ferroviaria San Giovanni, di cui oggi rimane ben poco, ma possiede ancora una bella passeggiata a lago, dove è possibile ammirare splendide ville nobiliari, strutture razionaliste e angoli paesaggistici mozzafiato.

Panorama Como

Si passa da Blevio con il suo caratteristico nucleo storico. L’antico nucleo storico rappresenta un elegante borgo in riva al lago, originariamente costituiva il “cuore” di Blevio e, successivamente, venne trasformato in una località elegante, molto interessante anche dal punto di vista turistico.

Il bus prosegue verso Torno dove è possibile ammirare un antico porto molto suggestivo e caratteristico e verso il paesino di Pognana. Qui le case e i vicoli si arrampicano alle pendici del monte Preaola, offrendo un panorama eccezionale del lago.

Si giunge quindi a Nesso dove ci si può fermare per una visita alla Cascata e all’Orrido, un canyon roccioso dove due torrenti si incontrano e si gettano nel lago dopo una suggestiva cascata di 200 metri.

Orrido di Nesso Le Primavere de La Provincia

La corsa prosegue verso Lezzeno. A pochi passi dalla fermata si trovano il piccolo oratorio di Santa Marta e la chiesa parrocchiale dei SS. Quirico e Giulitta. Quest’ultima venne realizzata nel XVI° sec. e successivamente rimaneggiata. L’esterno dell’edificio oggi visibile è frutto di ritocchi relativamente recenti, mentre all’interno è possibile trovare pregevoli opere antiche.
Inoltre, da Piazza Roma, partono diversi sentieri: salendo lungo un sentiero si può arrivare a Carcagnana in 50 minuti, alla Madonna dei Ceppi in 40 minuti e al Monte Nuvolone in circa 3h da cui si può ammirare una vista spettacolare sull’Isola Comacina e la punta del Balbianello con la sua villa.

Si giunge infine alla perla del Lago di Como, Bellagio. La prima fermata del bus è quella di “San Giovanni al Ponte”. Il borgo si caratterizza per il porticciolo dei pescatori rimasto intatto nel tempo. Nella piazza principale si trova la Chiesa di S. Giovanni, risalente al X° sec., che fu la prima chiesa costruita a Bellagio di cui divenne la pieve.

Chiesa San Giovanni Battista - Bellagio

Imperdibile una visita al paese di Bellagio, famoso in tutto il mondo si distingue per la sua atmosfera di raffinata eleganza, la sua magnifica posizione e il lusso dei suoi negozi storici e delle botteghe artigianali, incastonate nelle scalinate che la rendono così unica.

Bellagio-foto-Fabio-Fargnoli

Guida completa

Consulta la guida completa che fornisce le informazioni turistiche e storiche, i tempi di visita e le indicazioni geo-referenziate di ogni luogo di interesse, che potrà essere così facilmente raggiunto e localizzato su una mappa.

La guida della Camera di Commercio di Como, in collaborazione con ASF Autolinee, si propone di valorizzare il territorio, attraverso l’utilizzo del mezzo pubblico, agevolando gli spostamenti e rendendo fruibili luoghi e beni di difficile accessibilità.

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti

Con la partecipazione del Distretto dell’attrattività Turistica del Centro Lario e dei seguenti Comuni: