[Salta al contenuto]

Menaggio

Menaggio


Menaggio è il centro più importante della costa occidentale del Lago di Como, situato in posizione centrale, all’inizio di un’ampia valle che sale verso il Lago di Lugano.

La cittadina occupa il promontorio formato nei millenni dai depositi alluvionali del fiume Sanagra ed è urbanisticamente costituito da un centro e da tre frazioni, Croce, Loveno e Nobiallo.

Grazie alla sua posizione centrale, fra lago e montagne, Menaggio è un ideale punto di partenza per qualsiasi tipo di escursione: in battello si può accedere alle sontuose ville del Centro Lago con i loro bellissimi giardini, in autobus oppure in automobile si possono percorrere le numerose vallate con i loro insediamenti rurali e antiche vie di comunicazione, a piedi oppure in mountain bike si possono scoprire i sentieri del Parco Val Sanagra, ampio polmone alle porte di Menaggio. Gli sportivi possono avventurarsi sulla Via Ferrata del monte Grona o sulla palestra di roccia sita tra Menaggio e la frazione di Nobiallo.
L’ufficio turistico (sito in Piazza Garibaldi, 8) propone anche degli itinerari dedicati alle famiglie.

Il comune di Menaggio vanta la presenza di un esclusivo campo da golf di 18 buche, fondato nel 1907, e de Il Lido di Menaggio con la sua bella piscina e spiaggia con una vista spettacolare sul lago. Il paese dispone anche di una spiaggia pubblica a libero accesso e di diversi impianti sportivi.

Menaggio è un luogo ideale per noleggiare una barca a motore o un kayak. Le famiglie si possono divertire sul campo di minigolf sito sul lungo lago e nel parco giochi che si trova nel cuore del paese.


Le frazioni

Loveno, adagiata a mezzogiorno, è luogo di fascino particolare. Nel piccolo borgo a metà Ottocento amavano soggiornare artisti e personalità in prestigiose ville tra cui primeggia, Villa Mylius Vigoni, lasciata in eridità da Ignazio Vigoni alla Repubblica Federale di Germania, ora sede di un’associazione culturale che organizza convegni ad alto livello.

Nobiallo è un pittoresco borgo di pescatori, le cui stradine e scalinate degradano verso il lago. È raggruppato presso la parrocchiale dei SS.Bartolomeo e Nicola con insolito campanile romanico pendente del XIII secolo. Il nucleo abitato è attraversato dall’antica strada romana Regina che era una delle più importanti vie di transito, poiché permetteva un rapido collegamento tra la Pianura Padana e l’Oltrealpe.

Croce è il borgo più elevato del Comune. La sua struttura è tipica dei paesi agricoli: al centro dell’antico nucleo una caratteristica piazza, con selciato a livello rialzato del ‘600, dove si concludevano i riti della fienagione, della battitura e della raccolta. Nella Chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo reliquiari e quadri di rilievo. Da Croce, con una comoda passeggiata si raggiunge “la Crocetta” vero balcone sul Lario.

Da Menaggio, in epoca romana, passava la via Regina, strada romana che collegava il porto fluviale di Cremona (la moderna Cremona) con Clavenna (Chiavenna) passando da Mediolanum (Milano).

Nell’autunno 1944, viene costituito a Menaggio il “Centro antiribelli” presso il Comando della 6° compagnia dell’11° Brigata nera. Il comando è affidato al Capitano Emilio Castelli, vice federale di Como, coadiuvato da Pompeo Casati. Vicecomandanti erano Ferrari e De Angelis e tra gli squadristi si distinsero tristemente Buo, Moscatelli, Dino Puglioli, Leone Cocchi e tra gli agenti provocatori De Curtis, Raffaele Villani e Gorno.

In sette mesi il Centro torturò molte decine di persone e si macchiò dell’assassinio di diciannove partigiani, tra cui Enrico Caronti “Romolo”, sadicamente torturato ed ucciso il 23 dicembre 1944 davanti al cimitero ed abbandonato sulla strada.

Prossimi eventi

Scopri i prossimi eventi a Menaggio

Cosa vedere

Scopri le principali Attrazioni nei dintorni

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti