[Salta al contenuto]

Passeggiata al Rifugio di Menaggio e dintorni


Un balcone sul lago di Como, posto alle pendici del monte Grona. Splendido punto panoramico e comodo punto di partenza di tante imperdibili passeggiate.

Il Rifugio Menaggio (1400 m) si trova ai piedi del versante sud del Monte Grona e offre una spettacolare vista del Lago di Como e delle montagne circostanti. Dal rifugio c’è la possibilità di salire al Monte Grona (1736 m) o al Monte Bregagno (2107 m).

Il rifugio è aperto da metà giugno a fine settembre tutti i giorni; durante il resto dell’anno sabato, domenica e festivi.

Per informazioni T. +39 0344 37282 | +39 327 8855090


Percorso
  • Punto di partenza: Breglia (749 m), comune di Plesio;
  • Durata della passeggiata da Breglia fino al rifugio: 1 h e 45 min.;
  • Dislivello: 650 m;
  • Segnavia: rosso-bianco-rosso;
  • Collegamenti: da Menaggio a Breglia bus linea C13;
  • possibilità di parcheggio a Breglia oppure ai Monti di Breglia. La strada agro-silvo-pastorale per i Monti di Breglia è a pagamento (€ 3,00), macchinetta all’imbocco della strada;
  • Difficoltà: alcuni passaggi in forte salita, portare calzature adatte.

Dalla fermata del bus di Breglia si percorre la carrozzabile che sale ai sovrastanti Monti di Breglia (cartello indicatore Rifugio Menaggio), e, superato il lavatoio, si imbocca a destra la prima scorciatoia che sbuca sulla strada che sale ai Monti di Breglia. La si attraversa per imboccare uno sterrato. Dopo un breve tratto, all’altezza del traliccio dell’alta tensione, si sale a destra fino alla teleferica. Tornati sulla carrozzabile, la si segue per un centinaio di metri per poi attraversare un prato sulla sinistra. Dopo aver di nuovo attraversato la carrozzabile si segue il sentiero che sbuca ai Monti di Breglia (996 m). Qui si trova un’area picnic con fontana e bella vista sul lago; superate alcune case ed entrati nel bosco si giunge ad un’area adibita a parcheggio, attraversata l’area si imbocca nuovamente il sentiero. Al prossimo bivio si risale il sentiero panoramico a destra (in inverno in caso di forte innevamento è consigliato quello a sinistra) che prosegue tra betulle e ginestre fino al bivio per S. Amate e Monte Bregagno; da qui si procede a sinistra e dopo un lungo passaggio in costa si raggiunge il rifugio.

Passeggiata al Rifugio Menaggio
Rifugio Menaggio

La bellissima vista spazia sul centro lago, sul paese di Menaggio, sul Monte Crocione (1682 m), su Bellagio con il Monte San Primo (1682 m) sullo sfondo, i Corni di Canzo e Varenna sovrastata dalle Grigne (2410 m).

Vista dal Rifugio di Menaggio

Passeggiate dal rifugio Menaggio

Pizzo Coppa
In altri quindici minuti si raggiunge il punto panoramico di Pizzo Coppa con vista su tre laghi: il Lago di Como, il lago di Piano con tutta la Val Menaggio, e il lago di Lugano. L’imbocco del sentiero rimane sulla sinistra del rifugio (guardando il rifugio).

Monte Grona (1736 m)
Dal Rifugio Menaggio si può salire in vetta al Monte Grona (1736 m). Dalla sua cima si ammira uno dei migliori panorami delle Prealpi; oltre ai tre laghi (Como, Lugano e Piano) e le vicine cime (Bregagno, Pizzo di Gino, Legnone, Grigne, Corni di Canzo), si possono scorgere le più alte montagne dell’arco alpino, dal Monviso al Bernina.

Salite:

  • Per la Via Normale: dislivello m 336, tempo di salita 1 ora e 15 min. circa.
    Il sentiero inizia dietro al rifugio e conduce prima alla Forcoletta, poi, risalendo a sinistra la ripida cresta, si giunge in vetta.
  • Per la Via Direttissima: dislivello m 336, tempo di salita 1 ora circa.
    Sempre alle spalle del rifugio parte il sentiero per il ripido canalone sud; per la sua esposizione, è il più utilizzato nel periodo invernale per la rara presenza di neve.
  • Per la Via Ferrata del Centenario: tempo di salita 3 ore;
    riservata ad alpinisti esperti muniti di adeguate attrezzature, per raggiungere l’attacco della Via Ferrata seguire in parte il sentiero della via panoramica.
Lago di Como visto dal Monte Grona - Menaggio
Vista dal Monte Grona
Lago di Como visto dal Monte Grona

S. Amate (1623 m) e Monte Bregagno (2107 m)

Sempre dal rifugio Menaggio si può intraprendere l’escursione panoramica, su un sentiero che attraversa i pascoli, alla chiesetta di S. Amate (dislivello m 240 – tempo di salita ore 0.45 dal Rifugio) e alla cima del Monte Bregagno (dislivello m 707 – tempo di salita dal rifugio ore 2.00)

Percorso
Il sentiero si imbocca alle spalle del rifugio, seguendo l’indicazione per la via normale al M. Grona, e giunti al bivio S. Amate/M. Grona si prende a destra per S. Amate e si descrive un ampio giro a mezza costa della Val Pessina. Si raggiunge la quota 1643 m e si scende alla sella di S. Amate, dove sorge l’omonima chiesetta. La spettacolare vista abbraccia il Lago di Como, i boschi e pascoli della Val Sanagra, il lago di Lugano e la catena alpina.
Dalla cappella, seguendo l’indicazione, si può tornare a Breglia, lungo un sentiero che si estende in costa lungo il pendio erboso fino a una piccola sella denominata dai locali “el capel de Jiovan”. Da qui si scende fino a raggiungere il sentiero seguito prima per raggiungere il Rifugio Menaggio.
Chi invece vuole salire in cima al Monte Bregagno, segue da S. Amate il panoramico ed erboso Costone del Bregagno.
Si raggiunge la quota 1905 (il Bregagnino) e si scende alla sottostante insellatura da dove si risale l’ultimo pendio fino alla tondeggiante cima del Monte Bregagno (2107 m). Si gode una splendida vista sull’Alto Lago e la Valle Albano. Si ritorno sui propri passi fino a S. Amate per poi imboccare il sentiero per Breglia.

S. Amate 1623 m

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti