Escursione a Narro


  • Punto di partenza: Abbazia dell’Acquafredda, Lenno (quota partenza: 325 m)
  • Come arrivare al punto di partenza: Da Como imboccare la statale Regina direzione Menaggio fino a Lenno, girare a sinistra seguendo l’indicazione Abbazia Acquafredda; parcheggiare nello spiazzo antecedente l’Abbazia.
  • Difficoltà: E
  • Lunghezza percorso:
    – dall’Abbazia a Narro: 50 min / 1h
    – dall’Abbazia alla Croce di Narro: circa 1h 30′
  • Per il pranzo: si consiglia pranzo al sacco. In alternativa a Narro è possibile sostare presso l’Azienda Agricola Sceresa (aperta solo su prenotazione con almeno un giorno d’anticipo).

Il percorso

In prossimità dell’entrata dell’Abbazia vi sono 2 ripide e strette stradine, a sinistra la Via S. Benedetto e a destra (cartello per Daiee e Narro) la Strada dell’Alpe. Si imbocca quest’ultima che sale a monte dell’abbazia, molto ripida, in parte acciottolata e in parte asfaltata.

Escursione a Narro
Escursione a Narro

Escursione a Narro

Dopo tre tornanti la stradina prosegue sempre in salita con brevi tratti in pianura e con diverse svolte fino a giungere alla località Daiè (q. 725 m), dove il manto stradale è cementato.

Salendo la vista è sempre più bella:

Escursione a Narro

Proseguendo oltre si arriva a Narro (q. 988 m).

Escursione a Narro

Narro é un piccolo e grazioso borgo montano posto sui monti sopra Lenno, ricco di antiche e caratteristiche costruzioni in pietra, un tempo usate dagli allevatori ed oggi adibite a baite.

All’inizio di Narro vi sono alcune baite sparse, cui segue un gruppo più consistente e più in alto si raggiunge un bivio. Da qui si può imboccare la strada a destra (indicazioni per Ossino h 0.50 e Grandola ed Uniti h 3.20) ed in breve tempo si arriva all’ultimo gruppo di case di Narro.

La fatica dell’escursione viene appagata dalla bellissima posizione con stupenda vista lago.

Escursione a Narro

Per chi desidera proseguire fino alla Croce di Narro
Escursione a Narro

Si prosegue ancora lungo la strada che in breve ritorna ad essere ripida e con il fondo cementato.
Giunti all’ultima baita, che si trova isolata sulla sinistra, si prosegue ancora sulla strada per una cinquantina di metri, fino ad una semicurva verso destra.

In questo punto si potrà notare che sulla sinistra si stacca un sentiero, segnalato da un cartello in legno che riporta la scritta “Croce”, e da un secondo cartello con la scritta “divieto di caccia”. Si imbocca quindi questo sentiero che sale ripido nel bosco, la traccia non è segnalata ma è ben evidente e più avanti si arriva in una radura dov’è posta un’alta croce in metallo: la Croce di Narro (q. 1215 m).

Da qui si gode di una bellissima vista panoramica sul Lago di Como ed i suoi monti.

Croce di Narro, Lenno

Per il ritorno
Per il ritorno si consiglia di seguire a ritroso l’itinerario di salita fino all’Abbazia dell’Acquafredda.


Punti d’interesse

Abbazia dell’Acquafredda

L’Abbazia sorge su un pianoro in splendida posizione panoramica. Il complesso architettonico è composto dalla chiesa con annessa sacrestia, dal campanile con il sottostante oratorio di S. Pietro e dall’ex monastero. L’accesso è segnato da un monumentale portale in pietra con l’emblema dei cappuccini composto dall’incrocio di due braccia davanti ad una croce.

Narro

Attivo fino a che sussistevano le attività legate al pascolo montano, oggi Narro rimane un punto panoramico unico dove giungere per concedersi una boccata di aria genuina e godere di una veduta del lago di Como che lascia senza fiato.

Il clima mite e temperato favorisce una grande varietà della flora: boschi di conifere, faggi, castagni, tigli, ciliegi, acacie e fiori di ogni tipo sono le varietà più presenti.

La vista é splendida. Da Narro è possibile ammirare i due rami del lago di Como, la località di Bellagio, la penisola del Balbianello, l’isola Comacina e sullo sfondo la Grigna.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli eventi della settimana!

Con la partecipazione del Distretto dell’Attrattività Turistica del Centro Lario e dei seguenti Comuni:

Con il patrocinio di