Da Brunate al Palanzone

  • Da Brunate E, D+ 390m, 3h
    Dorsale triangolo lariano
    :
    Da Brunate sentiero n°1 > Capanna Cao > Baita Carla > Baita Bondella > Baita Boletto > Bocchetta di Molina > a sinistra Sentiero dei Faggi > Bocchetta di Lemna > Bocchetta di Palanzo > Rifugio Riella.
  • dislivello: 980 mdd
  • lunghezza 11.9 km

Punto di partenza: Da Como percorrere Via Tommaso Grossi fino in cima, da qui si imbocca la strada per Brunate. Giunti a Brunate e oltrepassato il punto di arrivo della funicolare procedere sino al piazzale nei pressi della Capanna CAO (m. 950) dove è possibile parcheggiare l’auto.
Il parcheggio è a pagamento: € 1,00 per la prima ora; € 1,50 per le ore successive; € 7,00 giornaliero.

Superato il piazzale, proseguite la carrozzabile a sinistra che passa subito davanti al rifugio C.A.O.

Il sentiero prosegue in leggera salita oltrepassando prima Baita Carla, poi Baita Bondella e Baita Boletto Fabrizi con bellissimi piazzali panoramici.

Poco dopo la Baita Boletto si incontra un bivio, proseguire sul sentiero a sinistra per la “Dorsale” per raggiungere la Bocchetta di Molina (1110 mslm) con vista sulle colline della Brianza e sulla pianura.

Alla Bocchetta di Molina si dividono più strade. Tenete la sinistra a monte e dopo aver superato alcune roccette vi troverete ad un bivio. Prendete il sentiero detto dei Faggi a sinistra in leggera discesa.

Sentiero dei faggi

Il Sentiero dei Faggi taglia tutto il versante settentrionale del Bollettone, si affaccia sulla retrostante Val di Gaggia e rispunta alla Bocchetta di Lemna.

Concluso il “Sentiero dei Faggi” si giunge appunto alla Bocchetta di Lemna.

Si percorre ora la stradina che da qui corre sul crinale per poi tagliare il versante orientale della Punta dell’Asino (1272 m) e giungere alla Bocchetta di Palanzo. Prosegue lungo la stradina verso sinistra e, in breve, si arriva al rifugio Riella o del Palanzone. Alle spalle del rifugio parte un ripidissimo sentiero che, con pochi tornanti, risale gli spogli pendii sommitali del Palanzone, raggiungendone la vetta, dove sorge un monumento in pietra.

Per la discesa si può percorrere il sentiero di salita tornando a Capanna Cao. La fatica verrà ripagati da bellissimi panorami e vedute uniche.

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli eventi della settimana!