[Salta al contenuto]
Telai e trame d’autore. Da Leonardo a Maria Lai

Telai e trame d'autore. Da Leonardo a Maria Lai


Dal 22 giugno al 3 novembre 2019 presso Villa Carlotta si terrà la mostra Telai e trame d’autore. Da Leonardo a Maria Lai.

Una mostra dedicata all’arte tessile con opere di arte antica e contemporanea, attentamente selezionate dall’ampia e raffinata Collezione Canclini. Completano l’esposizione una serie di modellini legati al mondo della tessitura, riprodotti dai disegni di Leonardo da Vinci.

Orario: tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00. Ultimo ingresso alle 18:30.
(possono variare, verificare sempre via telefono)

Biglietti

  • Intero: € 10,00
  • Over 65: € 8,00 (con carta di identità)
  • Studenti: € 5,00 (da 6 a 26 anni con tesserino scolastico/universitario)
  • Famiglia (2 adulti + bambini da 6 a 18 anni): € 20,00

Telai e trame d’autore

La collezione di arte tessile della Canclini comprende opere di arte antica e contemporanea. L’attenta selezione operata in questa mostra conduce il visitatore in un viaggio evocativo nel mondo dell’arte tessile. Il percorso spiega come l’intreccio, la trama, l’ordito o la materia prima, come seta, lana e cotone, siano diventati protagonisti di un vero e proprio linguaggio espressivo.

Una raffinata raccolta di materiali rari e preziosi, tra cui i modelli di macchine tessili tratti da alcuni progetti di Leonardo da Vinci dedicati all’ingegneria e alla tecnica, vengono proposti al pubblico per la prima volta in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla sua scomparsa.


5 domande a Simone Canclini

Il commercio di tessuti che in origine rappresentava una forte componente identitaria per il territorio comasco, a suo parere è ancora vivo o potrà rinnovarsi nel prossimo futuro?
Il comparto tessile ha saputo rispondere, specie recentemente, a importanti variazioni nello scenario economico (produzioni da paesi emergenti, incremento dei costi delle materie prime, crescente attenzione alla sostenibilità, trasformazione dei canali di vendita). Il territorio comasco, pur rispettando la propria tradizione, ha sempre dimostrato una notevole flessibilità e capacità di adattamento. Certamente proseguirà in questa direzione, veicolando la propria creatività con strumenti innovativi (industriali, produttivi, commerciali e digitali).

Qual è il rapporto tra manifattura e arte?
Il legame tra manifattura e arte affonda le proprie radici all’inizio dei secoli. Da sempre il tessuto ha rappresentato non soltanto un oggetto di uso quotidiano e funzionale, ma anche un mezzo di espressione. Simboli, codici cromatici, tecniche di lavorazione, materiali sono diventati fonte di ispirazione per artisti che li hanno utilizzati per descrivere una loro visione della realtà, mondi interiori e metafisici, echi di tradizioni culturali, fenomeni sociali. Tessuto e filo sono assurti a strumento privilegiato di comunicazione.

Come nasce la passione per il collezionismo?
La collezione Canclini inizia nel secolo scorso con i primi, ricercati, volumi storici di tessuti e vuole essere un omaggio al mondo del tessile. Tutte le opere della collezione infatti sono realizzate in filo o tessuto e raccolgono una gamma estremamente variegata e preziosa di pezzi. Frammenti antichi, opere moderne e contemporanee sono affiancati con l’obiettivo di mostrare la straordinaria versatilità del tessuto. Uno scambio tra materia, arte, cultura che tributa al mondo tessile la capacità di legare concreto e concettuale.

Quali gli artisti e quali le opere che compongono la collezione Canclini?
La collezione raccoglie frammenti antichi, opere moderne e contemporanee. Sono presenti tessuti precolombiani, afgani e indiani, bauli di Louis Vuitton, armature giapponesi, collezioni di stampe, forbici e copricapi antichi. La collezione comprende opere di Jannis Kounellis, Christo e Jean Claude, Daniel Buren, Maria Lai, Alighiero Boetti, Christian Boltanski, Andy Warhol, Michelangelo Pistoletto, Shoplifter, Kimsooja, Shonibare Yinka, Ghada Amer, Piero Dorazio, Mario della Vedova, César Baldaccini, Eielson, Lucy + Jorge Orta. Alcune opere sono state realizzate su commissione.

Qual è il rapporto tra Leonardo Da Vinci e la sfera del tessile?
Il genio di Leonardo da Vinci ha abbracciato tutti gli ambiti e anche il settore tessile è stato oggetto dei suoi studi. In particolare, i disegni che ci ha lasciato tratteggiano macchinari tessili destinati ad alcune delle fasi più importanti della realizzazione non solo del tessuto ma anche del filo. Leonardo ha progettato ingranaggi e meccanismi volti a facilitare il lavoro dell’artigiano e a risolvere le problematiche legate ad alcuni passaggi: le sue macchine presentano soluzioni notevolmente innovative.


Per ulteriori informazioni

Villa Carlotta – Tremezzina
E-mail: segreteria@villacarlotta.it
T.: +39 0344 40405

Mostre Villa Carlotta - 2019

Altri eventi

Scopri altri eventi che si svolgono nei dintorni

Dove mangiare e bere

Scopri Bar, Ristoranti, Pasticcerie e Gelaterie nei dintorni

Dove alloggiare

Scopri le Strutture Ricettive nei dintorni

Cosa vedere

Scopri le principali Attrazioni nei dintorni

Shopping e Servizi

Scopri negozi, mercati e servizi privati nei dintorni

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti