[Salta al contenuto]

L’opera La Insula Nova dell’artista Ralf Witthaus, realizzata nell’ambito delle residenze per Artista sull’Isola Comacina è visitabile fino a naturale scomparsa, negli orari di apertura del parco, tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00.

Si tratta di un disegno a terra che i visitatori possono attraversare liberamente. A prima vista è un grande disegno a semicerchio, una forma ricercata che ricorda il movimento delle onde. L’aspetto esterno di un gommone si riconosce solo ad un secondo sguardo – o dall’alto – a causa delle dimensioni del disegno. La forma di questo gommone, di circa 240 metri quadrati, sembra un arredamento degli anni ’70, e quindi l’opera riprodotta nel prato dall’artista tedesco ricorda la cultura del tempo libero, del divertimento e del lusso che oggi è così importante per il Lago di Como. Ma questo vivace disegno ha circa 1300 anni: tutti coloro che conoscono l’isola, sanno che assomiglia a una delle splendide decorazioni che si trovano nella zona archeologica. L’opera d’arte si riferisce quindi alla storia del luogo.
L’Isola Comacina non è sempre stata un luogo di tranquillità come lo è oggi. Più precisamente, un tempo era un fulcro politico, economico e religioso, un luogo costruito e fortificato. La fortuna dell’isola cessò bruscamente nel 1169: per vendetta Como distrusse l’intera società isolana e minò la storia degli insediamenti futuri in questo luogo.
Tuttavia, 50 generazioni dopo questa guerra, i cittadini locali continuano a chiamare la loro isola “El Castèl” – è ancora il loro “castello”.
Il disegno nel prato è simile per dimensioni ai vicini resti murali planimetrici delle chiese distrutte. Secondo le parole di Ralf Witthaus, l’opera d’arte è grande quanto una di queste “Kirchenschiffe” – una parola tedesca che descrive l’architettura di una chiesa come una nave.
Le chiese in realtà sono sinonimo di sicurezza – molto più che di navi: L’asilo ecclesiastico è sempre stato di grande valore, e le chiese sono state in gran parte conservate durante le guerre. Sull’Isola Comacina, invece, le chiese sono state tutte distrutte. I resti degli edifici e le porzioni di pitture murali, ceramiche e mosaici pavimentali sono le uniche cose che si possono ancora trovare oltre alle narrazioni e alle leggende.
La leggenda narra anche che i sopravvissuti alla distruzione fuggirono in un luogo chiamato LA INSULA NOVA (la nuova isola), sull’altra sponda del lago di Como, vicino a Varenna.
Forse questa storia ci dice qualcosa del presente. Anche se LA INSULA NOVA è lontana dal Mar Mediterraneo e si riferisce ad una storia che ha quasi 1000 anni, l’opera d’arte ci ricorda anche che la gente oggi – forse più che mai – è in fuga e alla ricerca di un’isola sicura.


Introduzione all’opera di Ralf Witthaus
Insula Nova - Isola Comacina

Ralf Witthaus utilizza decespugliatori e tosaerba come matite per disegnare contest site-specific in spazi verdi. È interessato a ciò che non possiamo vedere nello spazio in cui viviamo, ma a ciò che comunque c’è. Storia e racconti, comportamenti sociali, desideri e architettura, cose e sistemi perduti e dimenticati.
Ralf Witthaus crea esperienze artistiche sotto forma di esperienza paesaggistica. Ciò che gli interessa è la prospettiva umana – a terra, in piedi o a piedi – e i cambiamenti nella percezione del paesaggio, spostandosi attraverso disegni lunghi a volte chilometri. Spesso non vi sono punti di vista, a volte nemmeno foto aeree.
Per tutte le opere è essenziale che il disegno sia solo una parte congiunta all’importante momento performativo, che diviene una esperienza sociale attraverso la partecipazione del pubblico.
Questa tipologia di arte produce molte situazioni di incontro personale. L’inatteso, l’estetica e il sociale si incontrano. I luoghi continuano ad essere trasformati – anche quando l’erba sta per ricrescere. Perché anche se il prato è tagliato a livello del suolo, ci vogliono solo poche settimane per essere di nuovo incolto.


Biografia

L’artista tedesco Ralf Witthaus (* 1973) ha studiato arte, design e International Arts Management ad Amburgo, Bielefeld, Enschede (NL), Berlino, Colonia e Düsseldorf. Nel 1998 ha creato come studente, “The Lying Werl Woman from Werl” – una scultura in terra di 550 metri di lunghezza da più di 90.000 metri cubi di terra.
Il lavoro di Witthaus combina in modo multidisciplinare disegni, scultura, art performance, art community, questioni sociali e architettura del paesaggio. Nel 2010 ha organizzato a Colonia il “German Federal Lawn Show”, un disegno di sette chilometri di lunghezza intorno alla città. Nel 2012 ha dato il via a un “International Lawn Show”: il “The borehole to New Zealand”, che porta l’artista e il suo team dalla sua città natale Löhne ad Auckland.
Nel 2014, con 150 collaboratori, ha disegnato il progetto incompiuto del parco della clinica di Peter Joseph Lenné a Lengerich (Germania). Altre opere importanti sono la poesia di un chilometro “In Deinem Spiegel” (In Your Mirror), in collaborazione con il Museum of Garden Art 2015 al Benrath Castle Düsseldorf, nel 2016 il “Perpetuum” ad Amburgo e nel 2017 il disegno di un filo di perle lungo 600 metri nelle Alpi italiane sopra il lago di Como.
Finora Ralf Witthaus ha partecipato con i suoi disegni, collage e progetti a più di centocinquanta mostre in Germania e in Europa: ad esempio alla Galerie Emmanuel Walderdorff, al Museum Marta Herford o nella Art and Exhibition Hall della Repubblica Federale Tedesca.
Il Festival tedesco EuroLandArt è stato curato da Ralf Witthaus nel 2005-2011. A Erfurt ha una posizione di insegnamento all’università nel 2019. È stato autore per la rivista d’artista “atelier” e ha ricevuto per il suo lavoro artistico la borsa di studio Aldegrever e la stella dell’anno dal quotidiano Neue Westfälische. Nel 2019 riceve la borsa di studio della Fondazione Isola Comacina. L’artista è sponsor ufficiale del marchio STHIL.

Altri eventi

Scopri altri eventi che si svolgono nei dintorni

Dove mangiare e bere

Scopri Bar, Ristoranti, Pasticcerie e Gelaterie nei dintorni

Dove alloggiare

Scopri le Strutture Ricettive nei dintorni

Cosa vedere

Scopri le principali Attrazioni nei dintorni

Shopping e Servizi

Scopri negozi, mercati e servizi privati nei dintorni

Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato sugli eventi della settimana! Iscriviti

Con la partecipazione del Distretto dell’attrattività Turistica del Centro Lario e dei seguenti Comuni: